Charles “Satana” Manson: demitizzazione di un’icona satanica

13,00

Un volume indispensabile per tutti quelli che vogliono avere un quadro
completo sulla personalità e sulle azioni di Charles Manson.
Il lavoro di Biancamaria Massaro presenta, infatti, molti spunti di originalità
e offre una mirabile sintesi dei fiumi di parole che, nel corso degli anni,
hanno raccontato le macabre gesta di questo moderno “profeta” hippy.
Al di là di miti e leggende, in questo saggio troverete il ritratto di un’epoca
– i favolosi anni ‘60 – e di una cultura particolare – quella dei figli dei
fiori, gli hippies – elementi indispensabili per comprendere come Manson
abbia fatto a diventare l’incarnazione stessa del Male. (Ruben De Luca)

COD: 978-88-98739-13-4 Categoria: Tag: , , , ,

Descrizione

Al via la collana di saggistica Indagini di Nero Press Edizioni e non poteva esserci debutto più veemente. Con il saggio Charles “Satana” Manson: demitizzazione di un’icona satanicaBiancamaria Massaro ci mostra i retroscena di una personalità che nel corso degli anni ha più volte sbalordito – e inorridito – a causa di quel carisma folle che lo ha reso così celebre.

Un estratto dalla prefazione di Ruben De Luca, noto criminologo, è di per sé molto esplicativa:

Se conoscete la storia di Charles Manson solo per sentito dire e per le molteplici rappresentazioni mediatiche e non avete mai letto niente di scientifico su di lui, il libro che avete tra le mani è lo strumento perfetto per dipingere un quadro fedele alla realtà, non solo della vita e dei crimini di Manson, ma anche di un intero periodo storico e della relativa cultura dell’epoca.

E ancora:

Biancamaria Massaro non si limita a raccontarci chi è Charles Manson, ma ci prende per mano e ci porta a conoscere “i favolosi anni ’60”, il fermento della società americana della fine del decennio, i Beatles, la guerra del Vietnam, le comunità hippies, i “figli dei fiori”, tutti gli elementi che hanno creato un contesto unico nel quale l’influenza nefasta di Manson ha potuto manifestarsi, attirando nella sua ragnatela tanti giovani sbandati in cerca di una guida carismatica. Senza la concomitanza di tutti questi fattori, non sarebbe stato possibile trasformare Charles Manson in un mito che resiste ancora oggi.

Ma perché “demitizzazione”?

Come ben evidenziato dall’Autrice, il gruppo fondato da lui aveva le caratteristiche di una setta, ma con il satanismo non aveva assolutamente nulla a che fare.

In breve, questo saggio rappresenta una pietra miliare per chiunque sia interessato alla figura di Manson, a chi fosse realmente, alla verità celata dietro le molteplici interpretazioni date anche da cosiddetti “esperti della materia” e, come di ce lo stesso De Luca: La nuda e cruda verità, così come dovrebbe essere in ogni saggio criminologico che si rispetti.

Autore

meliBiancamaria Massaro è una scrittrice romana. Tra i suoi scritti troviamo opere di genere fantascientifico (I Signori del Malsem, Kipple Officina Libraria, 2008), thriller psicologico (Mistero a quattro voci, SBC Edizioni, 2013, Senza corpo non c’è reato, Tabula Fati, 2007) e fantastico (La Quercia dai Rami d’Oro, Tabula Fati, 2005). Nel 2009 ha pubblicato per la Nemo Editrice il romanzo per ragazzi Si può credere ai fantasmi?. Alcuni suoi racconti sono presenti in varie antologie multiautore.
Appassionata di criminologia, da qualche anno scrive saggi e articoli sull’argomento.
Nel 2013 ha collaborato al capitolo X, Pubblico, mass media e percezione del crimine presente in Anatomia del crimine in Italia a cura di Ruben De Luca, Concetta Macrì e Barbara Zoli (Giuffrè Editore). Nel 2010 ha pubblicato con La Giovane Holden Edizioni il breve saggio Mostri solo se lo dicono i media? H. H. Holmes, Jack lo Squartatore e le madri assassine. Dal 2009 si occupa sul sito La Tela Nera del progetto Cereal Wiki, una sorta di mini enciclopedia dedicata ai serial killer e alla criminologia in continua evoluzione. Dal 2011 si occupa della rubrica Tagli di nera per il sito Nero Cafè e alcuni dei suoi articoli sono apparsi sulla rivista Knife. Nel 2012 vince il Premio Giallo Luna Nero Notte con il romanzo thriller Mistero a quattro voci.
Il suo sito è www.biancamariamassaro.it

Rassegna stampa

[LTN]: Come ha fatto un criminale americano a trasformarsi in un’icona satanica? 
[BM]: Per un misto tra casualità e carisma anche mediatico di Charles Manson. Mi spiego meglio. Roman Polanski nel 1969 era da poco diventato famoso per aver diretto Rosemary’s Baby, film che si conclude con un parto “demoniaco” e che lo aveva reso un regista “maledetto”. Fin da subito i media sostennero che sua moglie era stata sventrata per estrarre ancora vivo il bambino che portava in grembo e sacrificarlo al demonio. Sebbene in tutto ciò non ci sia nulla di vero, è proprio da qui che inizia il “mito” satanico legato a Manson. 

Leggi tutta l’intervista a Biancamaria Massaro su La Tela Nera

Appassionante come un romanzo, rigoroso come un trattato scientifico, Charles “Satana Manson è il libro ideale per quanti vogliano avventurarsi oltre la superficie di un mito, alla scoperta del vero volto di un criminale reso dalla sua stessa fama un “demone immortale”

Leggi tutta la recensione su Il flauto di Pan

L’autrice delinea in maniera analitica e distaccata la personalità di Manson, facendone emergere i limiti e le evidenti contraddizioni, ma ponendo dure critiche a una società incapace di gestire i cambiamenti storici e culturali dell’epoca.

Leggi tutta la recensione su Il rumore dei libri

MANSONissuu

Apri la rivista Cronaca & Dossier su Issuu.

Spedizione

La spedizione della copia cartacea è gratuita. Il volume verrà inviato con modalità “pieghi di libro” entro cinque giorni dall’avvenuto pagamento.

Per eventuali chiarimenti scrivere a: info@neropress.it.

Informazioni aggiuntive

Peso 222 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Charles “Satana” Manson: demitizzazione di un’icona satanica”