Il branco uccide: caccia al Drago Giallo

13,00

COD: 9788885497252 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

Oscar e il suo branco affrontano il mondo con il piglio di chi ogni giorno deve fare i conti con la propria anima spietata, sfasciata da abusi subiti e sofferenze patite, “pane quotidiano” della loro infanzia (e che in parte traggono spunto da storie vere). La crudeltà gocciola da ogni pagina, ma in questa seconda avventura il branco si trova ad affrontare un nemico altrettanto feroce: il Drago Giallo.
Nulla placherà la furia del drago, se non la vendetta. Il pericolo, però, potrebbe giungere anche da molto più vicino…
I protagonisti del romanzo si muovono all’interno di una storia dalla doppia faccia, che strizza l’occhio a una narrazione cruda e brutale. Non a caso vi si respira il clima di un certo cinema poliziesco – quello italiano degli anni Settanta e Ottanta – che si insinua prepotente fra le righe e prende a calci i sentimenti. A volte capitola e lascia la scena all’amore, cede il passo all’amicizia.
Nel branco si riaffacciano, così, speranze e buoni propositi, ma c’è da chiedersi se non siano solo fantasmi pronti a sgretolarsi alla successiva, imminente sequela di calci…

Dalla quarta di copertina:

Oscar afferrò una sedia, la girò e si piazzò a gambe larghe davanti al ragazzo; poi incrociò le braccia sopra lo schienale e, con un cenno, indicò agli altri le sedie rimaste. Sollevò il revolver e inserì il proiettile dentro un foro dei sei; subito dopo, diede una spinta al tamburo. Richiuse svelto la canna basculante, quindi poggiò la pistola sul tavolo.
«Te lo chiedo per l’ultima volta. Che cosa sai di un drago giallo?»

L’autrice

Marina Crescenti è nata a Benevento, ha vissuto a Pescara e da diversi anni risiede a Pavia. Ha giocato in Nazionale di tennis under 16, under 18 e in serie A, e oggi è istruttrice di tennis. Ama il cinema, in particolare il genere poliziesco e i gialli italiani degli anni Settanta. Laureata cum laude in Economia e Commercio, è stata ricercatrice universitaria e ha pubblicato numerosi articoli in riviste scientifiche e specializzate. Nel 2004 ha abbandonato la carriera universitaria per dedicarsi alla scrittura di romanzi e racconti. È autrice delle detective stories incentrate sui casi del commissario Narducci, 4 Demoni, Joy, È troppo sangue anche per me, Cosa le tiene sveglie, e dell’ispettore Riccio, Al sangue non si comanda; nel 2017 ha curato La vita a briglie sciolte, biografia di Luc Merenda (noto interprete di film gialli e polizieschi girati in Italia negli anni Settanta e Ottanta). Nel 2012 ha pubblicato il prequel de Il branco uccide, il romanzo Le lacrime del branco, con il quale ha vinto il Premio della Microeditoria 2013.

Spedizione

La spedizione della copia cartacea è gratuita. Il volume verrà inviato con modalità “pieghi di libro” entro cinque giorni dall’avvenuto pagamento.

Per eventuali chiarimenti scrivere a: info@neropress.it.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il branco uccide: caccia al Drago Giallo”